L’altro MESSICO: Città del Messico, Barrancas del Cobre e Baja California

Periodo: dal 8/02 al 20/02
Quote a partire da € 3.690,00
Durata soggiorno: 13 giorni, 12 notti
Tour operator: Viaggi Bolgia

info e prenotazione  scarica PDF

Informativa sulla privacy
 

Città del Messico, con le sue meraviglie, e un percorso straordinario lungo la linea ferroviaria che collega Chihuahua, nell'entroterra messicano, a Los Mochis, il “luogo delle tartarughe” sulla costa dell’Oceano Pacifico: una delle più scenografiche linee ferroviarie di tutto il mondo. Un viaggio mozzafiato tra gli spazi infiniti del deserto del nord, profondi canyon, gole impervie, attraversando le alture della Sierra Madre Occidentale fino al blu cobalto del Pacifico. Un itinerario unico ed affascinante alla scoperta delle meraviglie e dei misteri della Sierra Tarahumara, terra mistica di immenso fascino naturale, patria degli indios Raramuri “il popolo che corre” tuttora nomadi. Il tragitto si affronta in quattro tappe prima di raggiungere la penisola della Baja California, una sottile striscia di terra che scivola parallela alla costa messicana: le due estremità racchiudono deserti assolati, spiagge bianchissime, antiche missioni, spettacolari riserve naturalistiche ed insoliti paesaggi dove le sfumature del mare contrastano con il deserto e le brulle alture sono punteggiate dai cacti. Il viaggio offre anche l’impagabile emozione di avvicinarsi alle balene grigie di Bahia Magdalena che s’incontrano numerose solo in questi mesi.

8 Febbraio: Trento - Venezia - Citta’ del Messico

Trasferimento da Trento all’aeroporto di Venezia e partenza con volo di linea per il Messico, via Parigi. Pasti a bordo e arrivo a Città del Messico in serata. Sistemazione in hotel e pernottamento.

9 febbraio: Citta’ del Messico

La mattinata è dedicata al Museo di Antropologia, il più importante del Paese, organizzato in maniera esemplare, razionale e intelligente: le collezioni esposte documentano le civiltà pre-colombiane del Messico e la nostra visita si articolerà dapprima alla conoscenza delle sezioni dedicate a Teotihuacan, Oaxaca ed alle civiltà del Golfo, per terminare con le sale dedicate ai Maya ed alla cultura Azteca. Dopo il pranzo in ristorante, proseguimento con l’irrinunciabile visita di Teotihuacan (Patrimonio Unesco), il vasto centro cerimoniale con le Piramidi del Sole e della Luna, il tempio del Serpente piumato ed i resti dei quartieri residenziali ai margini dell’area monumentale. Rientro in città, cena libera e pernottamento.

10 febbraio: Citta’ del Messico - Chihuahua

In mattinata trasferimento in aeroporto e partenza con il volo domestico diretto a Chihuahua, capoluogo dell’omonimo stato, una città dall’aspetto coloniale, famosa soprattutto per essere stata il quartier generale di Pancho Villa durante la rivoluzione messicana. Il suo nome in lingua Nahuatl significa “zona arida e sabbiosa” e si trova infatti nel deserto Chihuahuanse, il più grande del Messico, interrotto dalla Sierra Madre che forma fertili vallate. All’arrivo sistemazione in hotel e visita della cittadina. Cena e pernottamento in hotel.

11 febbraio: Chihuahua - Creel

Si parte prestissimo in treno per la prima tappa lungo la spettacolare ferrovia della Barrancas del Cobre che in circa 5 ore arriva a Creel, piacevole cittadina a 2300 metri di altitudine nella Sierra dei Tarahumara. All’arrivo sistemazione in hotel e pranzo. Nel pomeriggio escursione panoramica nei dintorni di Creel tra i fantastici scenari naturali di pareti rocciose, corsi d’acqua, cascate e le valli frequentate dagli indios Tarahumara (la valle delle rane e quella dei funghi, il lago Arareko e la Mision San Ignacio). Cena e pernottamento in hotel.

La Barrancas del Cobre (il canyon del Rame) è un gruppo di oltre 20 spettacolari canyon che formano complessivamente una regione grande quanto il Grand Canyon, ma spesso più profondo. La zona è attraversata dalla Ferrocarrill Chihuahua al Pacifico, una delle più scenografiche linee ferroviarie di tutto il mondo. Un viaggio mozzafiato lungo le pareti del canyon, attraverso gallerie e viadotti improponibili. Un'esperienza indimenticabile.

12 febbraio: Creel - Divisaderos

In mattinata si riprende il treno per un tragitto di poco più di un’ora e 30 minuti per Divisaderos, forse il tratto più affascinante che offre una bella veduta della Barrancas del Cobre, un profondo solco scavato dal corso del Rio Urique nel quale confluiscono una ventina di canyon comunicanti tra di loro. All’arrivo breve trasferimento a piedi, sistemazione in hotel e pranzo. Pomeriggio di escursione nell’area del Divisaderos dove sono impressionanti le vedute sulla profonda gola creata dalla confluenza tra i canyon Copper e Tararecua: il rientro dal belvedere di Piedra Volada a Divisadero sarà in funivia. Rientro per la cena e il pernottamento in hotel.

13 febbraio: Divisaderos - El Fuerte

Si riprende il treno per un percorso di circa 5 ore e quindi raggiungere El Fuerte, cittadina dall’aspetto antico e capitale dello stato di Sinaloa. All’arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

14 febbraio: El Fuerte - La Paz

Al mattino trasferimento di un paio d’ore per l’aeroporto di Los Mochis sulla costa del Pacifico. Quindi partenza con un breve volo per la Baja California. Giunti a La Paz, trasferimento e sistemazione in hotel con tempo a disposizione per un po’ di riposo. Segue la visita della capitale amministrativa dello stato fondata nel 1720 e una passeggiata sull’incantevole lungomare. Cena e pernottamento in hotel.

15 febbraio: La Paz - Le Balene di Puerto San Carlos - Loreto

Inizia al mattino il nostro percorso in Baja California del Sur partendo in pullman riservato per l’antica capitale, Loreto, attraversando brulle alture punteggiate dal cactus. Sosta a Bahia Magdalena da cui parte la nostra escursione in motolancia per l’avvistamento delle balene: ogni anno, tra gennaio e marzo, le balene lasciano le fredde acque dello stretto di Bering, per stabilirsi nell’oceano Pacifico, dove, in acque poco profonde, temperate e ricche di plancton, vivono la stagione degli amori e si riproducono. Pranzo lungo il tragitto che si conclude a Loreto verso l’imbrunire. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Il mare di Cortés è il più ricco di biodiversità di tutto il pianeta. Secoli e secoli fa ormai, le balene che migravano dall'Alaska scoprirono il mare di Cortés e lo trasformarono nel loro sito prediletto per svernare e per dare alla luce i propri piccoli. Dovettero trascorrere molti anni perché gli indigeni scoprissero la ricchezza di questo oceano, e si dovette attendere addirittura la metà degli anni cinquanta del XX secolo, quando Jacques Cousteau sviluppò la muta da sub, perché ci si rendesse veramente conto dell'incredibile vita marina di questa zona. Fu Cousteau a dare il via all'esplorazione del mare di Cortés definendolo, come noto, "l'acquario del mondo".

16 febbraio: Loreto

Una giornata di escursione verso il nord della penisola, percorrendo un tragitto panoramico che costeggia il golfo della California: un bellissimo tratto di costa dove si estende la Bahia Conception con le sue meravigliose spiagge di Santispac, Concepción, Los Cocos, El Burro, El Coyote, Buenaventura, El Requesón ed Armenta, affacciate su di un mare cristallino in uno scenario tra i più belli della regione. Sosta a Mulege, piccolo pueblo circondato dalle palme da dattero e dominato dalla Mision di Santa Rosalia. Poco oltre incontriamo la graziosa cittadina di Santa Rosalia dai tratti tipicamente messicani con tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel pomeriggio la visita alla chiesa prefabbricata progettata da Gustav Eiffel e rientro a Loreto con opportune soste fotografiche lungo il tracciato. Cena e pernottamento in hotel.

17 febbraio: Loreto - Isla Coronado - La Paz

In mattinata escursione in barca alla Isla Coronado, dove si ammirano leoni marini, delfini e pellicani immersi nell’acqua cristallina del mare di Cortez. Pranzo al sacco sulla spiaggia. Rientro a Loreto e proseguimento a La Paz. All’arrivo, sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

18 febbraio: La Paz - Isola Espiritu Santo - La Paz

Giornata dedicata alla visita naturalistica della straordinaria isola di Espiritu Santo, raggiungibile in barca da la Paz, famosa per la colonia di leoni marini e per una flora e fauna qui molto particolari: decine di meravigliose baie, un’abbondante vita acquatica, uccelli e anfibi autoctoni. L’isola rappresenta uno degli ecosistemi meglio conservati di tutta la Baja California. Pranzo al sacco incluso. Rientro nel pomeriggio a La Paz. Cena libera e pernottamento

L'Isla Espíritu, la più vicina alla penisola di Pichilingüe, è lunga diciannove chilometri e larga cinque. L'Isla Espíritu Santo è un incanto per quanto riguarda la protezione della natura e l'evoluzione naturale. Le uniche creature che reclamano questa terra come propria sono i leoni marini, le razze, i delfini, le tartarughe e, in determinati periodi dell'anno, le balenottere grigie e gli squali grigi. Chi ama la natura potrà approfittare della tranquillità e dell'intimità che gli offrirà quest'area, mentre i più avventurosi potranno nuotare con i leoni marini, dedicarsi alle escursioni lungo i sentieri desertici dell'isola o, più semplicemente, restare seduti in barca e godersi lo spettacolo dei delfini che saltano al di fuori dell'acqua. Protetta dall'UNESCO in qualità di riserva della biosfera, l'isola fu venduta al governo messicano nel 2003 grazie all'impegno e alla cooperazione di numerose organizzazioni senza fini di lucro che raccolsero ben 3 miliardi e trecentomila dollari per rimborsare i proprietari delle terre passate nel demanio dello stato.

19 febbraio: La Paz - Città del Mexico - In volo per Venezia

Mattinata a disposizione e trasferimento in aeroporto per la partenza con volo domestico per Città del Messico da dove si prosegue per Amsterdam. Pasti e pernottamento a bordo.

20 febbraio: Venezia - Trento

Proseguimento in coincidenza per Venezia con arrivo nel tardo pomeriggio. Rientro a Trento in autopullman Gt.

I nostri plus

  • La visita del Museo di Antropologia a Città del Messico, imprescindibile per l’approfondimento delle visite successive
  • Lo spettacolare tracciato ferroviario della Barranca del Cobre
  • I Canyon dell’area di Divisadero, unici al mondo
  • I piccoli villaggi nella Sierra dei Tauramara
  • La stagione delle balene in Baja California
  • L’ isola di Espiritu Santo, patrimonio Unesco della biosfera

Quota di Partecipazione

  • Euro 3690 - base 15 partecipanti

Servizi compresi:

  • Viaggio aereo con voli intercontinentali e domestici da itinerario
  • Trasferimenti da/per gli aeroporti e stazioni in autopullman riservato
  • Sistemazione negli hotel indicati 3, 4 e 5 stelle
  • Camera doppia con servizi
  • Pernottamento e prima colazione
  • 6 pranzi e 7 cene
  • Percorso in treno Chepe
  • Visite ed escursioni con mezzo privato e guide locali parlanti italiano (a Messico City) e spagnolo/inglese (Barranca e Baja California) con traduzione in italiano
  • Escursione a Puerto San Carlos per l’avvistamento delle balene
  • Escursione in barca per Puerto San Carlos, Isla Coronado, Isla Espiritu Santo
  • Ingressi
  • Accompagnatore
  • Assicurazione medico-bagaglio

Servizi non compresi:

  • Tasse di imbarco Euro 295 (soggette a riconferma)
  • Pasti non indicati e bevande
  • Mance

Supplementi:

  • Stanza singola Euro 590
  • Assicurazione annullamento in doppia, a persona Euro 140
  • Assicurazione annullamento in singola Euro 160
  • Supplemento per partenza da 10 a 15 partecipanti Euro 340
  • Trasferimento da Trento all’aeroporto di Venezia e ritorno, costo che verrà determinato in base al numero dei Partecipanti.

Alberghi:

  • Mexico - Hotel Hampton Inn & suites 4*
  • Chihuahua - Hotel Quality Inn 4*
  • Creel - Hotel The Lodge 4*
  • Divisadero - Hotel Divisadero Barrancas 3*
  • El Fuerte - Hotel Posada del Hidalgo 3*
  • La Paz - Hotel Hyatt Place 4*
  • Loreto - Hotel la Mision 5*

Cambio applicato: 1 EURO = 1,16 USD

Condividi sui social

Galleria

Agenzia Viaggi Bolgia - Piazza Dante, 23 - 38122 Trento (TN) - Italy - Tel. +39 0461 238333 - P.IVA 00487150229
Orari agenzia: lun - ven  9.00 / 12.30 e 14.30 / 18.30 - sabato chiuso dal 1 ottobre al 1 marzo