Pasqua tra i piccoli borghi di ROMAGNA e del MONTEFELTRO

Periodo: dal 10/04 al 13/04
Quote a partire da € 570,00
Durata soggiorno: 4 giorni, 3 notti
Tour operator: Viaggi Bolgia

info e prenotazione  scarica PDF

Informativa sulla privacy

Aspre rocche, romantici paesaggi, tradizioni e sapori tra storia e leggende.

10 aprile: Trento - Santarcangelo di Romagna - Riccione

Partenza direttamente da casa Vostra con servizio di trasferimento privato. Ritrovo con il gruppo a Trento e località previste ed inizio del viaggio per Bologna e la Romagna. Arrivo a Santarcangelo di Romagna e pranzo in trattoria per assaggiare le mitiche tagliatelle fatte in casa, la piada con gli affettati e un dolce tipico. Nel pomeriggio ci immergiamo nell’atmosfera romagnola con la visita guidata del centro medioevale, situato lungo antiche via di comunicazione.

L’animata cittadina di Santarcangelo di Romagna è ricca di nobili palazzi, case borghesi, negozi tipici, cantinette, gastronomie e, percorrendo il borgo tra viuzze e piazzette si conosce il suo passato storico ma anche curiose leggende.

Si ammirano l’Arco Ganganelli con l’omonima piazza, la Torre Campanaria, le antiche porte cittadine Cervese e del Campanone Vecchio e la Rocca Malatestiana, imponente baluardo di difesa. Si visitano le Grotte Sotterranee che percorrono parte del centro storico, e l’antica Stamperia Marchi, dove la tradizione della stampa a ruggine su tessuto viene tramandata da generazioni e l’antico mangano in legno del 1630 lo testimonia. Trasferimento a Riccione e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento in hotel.

11 aprile: Faenza e Palazzo Milzetti - Brisighella

Prima colazione in hotel e trasferimento a Faenza, centro famoso in tutto il mondo per la tradizionale ceramica “di Faenza“ con oltre sessanta botteghe ceramiste. Attraversando il centro storico si ammirano l’imponente Piazza del Popolo, il Palazzo del Podestà, Piazza della Libertà, il Duomo e la Fontana monumentale con i bronzi del XVII sec. Segue la visita di Palazzo Milzetti, dove architettura, decorazione e arredo sono armonizzati per realizzare uno dei massimi esempi di arte neoclassica. Al termine, trasferimento a Brisighella.

Brisighella si trova a metà strada tra Ravenna e Firenze ed è riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia, di origine medievale, all’interno del Parco Regionale della Vena del Gesso. Qui proprio il gesso fa da padrone, lo ritroviamo nelle facciate delle case, nelle scale scolpite, nei nomi delle vie e nello stesso basamento roccioso su cui poggia il paese.

Per pranzo ci aspetta una ricca degustazione/pranzo che comprende il pregiato olio locale, formaggi, salumi e altri stuzzicanti prodotti tipici. A seguire passeggiata nel borgo percorrendo la famosa Via degli Asini, una strada sopraelevata e coperta, antico ricovero per gli animali che trasportavano il gesso. Continuiamo le visite con il Municipio, la seicentesca Collegiata di San Michele Arcangelo, la Rocca Manfrediana e Veneziana e la Torre dell’Orologio. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

12 aprile: Pennabilli - I Borghi di Montefeltro Frontino e Montefiorentino - Carpegna

Prima colazione e trasferimento a Pennabilli, suggestivo comune del Montefeltro.

A Pennabilli ancora oggi si vive la presenza del poeta romagnolo Tonino Guerra attraverso i suoi Luoghi dell’Anima: l’Orto dei frutti dimenticati, la Strada delle meridiane, il Giardino pietrificato e le “parole sui muri” che raccontano piccoli e grandi personaggi del luogo.

Camminando per il borgo e seguendo il percorso poetico si notano inoltre le rovine dei castelli della famiglia Penna e della famiglia Billi, dalle quali deriva il nome del borgo. Si attraversa poi il Parco Regionale del Sasso Simone e Simoncello, dove calanchi e rocce calcaree creano un paesaggio da favola. Sosta per il pranzo pasquale in rinomato ristorante dove si assaggia il famoso prosciutto di Carpegna. A seguire si raggiunge Frontino, il salotto del Montefeltro.

Arrivando al Borgo Frontino sembra di entrare in un salotto antico: le strade e le piazze sono lastricate di ciottoli del Mutino, fiori e piante lungo le case a schiera. La località ci accoglie in tutta la sua raffinata semplicità narrandoci, attraverso le mute pietre che lo animano, delle aspre battaglie tra i Montefeltro e i Malatesta. Nel 2016 la località ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di bandiera Arancione da TCI (Touring Club Italiano) per il contesto ambientale di grande bellezza in cui è inserita, per la varietà dei suoi punti di interesse storico-culturale e per il centro storico tipico e raccolto.

A seguire, il convento di Montefiorentino, uno dei cenobi francescani più importanti della regione, un singolare esempio di pittura, architettura e scultura: la rinascimentale cappella gentilizia dei conti Oliva con la pala dipinta da Giovanni Santi, capolavoro pittorico del padre di Raffaello. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

13 aprile: Sant’Agata Feltria - Verucchio - Trento

Prima colazione e trasferimento a Sant’Agata Feltria, borgo storico nel cuore del Montefeltro.

Sant’Agata Feltria è un borgo dall’aspetto fiabesco, dominato dalla Rocca Fregoso. Il Comune è uno dei centri più caratteristici del Montefeltro, le cui origini di risalgono al periodo Pre-Romano.

Si visita il centro storico con le sue chiese e in particolare il Teatro Marini, piccolo gioiello costruito a metà del 1700 interamente in legno e decorato con ritratti di artisti illustri. Pranzo di Pasquetta in ristorante tipico. Nel pomeriggio, sulla via del rientro, scendendo lungo la Val Marecchia, sosta a Verucchio.

A Verucchio la Signoria dei Malatesta iniziò la sua ascesa. L’impianto Medioevale del borgo e l’imponete Rocca che domina la vallata, testimoniano il legame della famiglia Malatesta con questo castello: proprio a Verucchio nacque il Mastin Vecchio capostipite della signoria dei Malatesta. La Rocca, detta anche Rocca del Sasso per la posizione in cui fu edificata tra il XII e il XVI secolo, conserva originali allestimenti e dalla sua cima si può ammirare una meravigliosa vista sulla vallata.

Al termine della visita partenza per il rientro a Trento e alle località di partenza in pullman GT con trasferimento privato a casa Vostra.

Quota di partecipazione

  • Euro 570 - quota adulto
  • Euro 400 - quota bambino fino a 12 anni non compiuti

Servizi compresi

  • Partenza Sottocasa
  • Viaggio in pullman GT
  • Sistemazione in hotel 3*** superiore, camera doppia con servizi
  • Pernottamento con prima colazione
  • 3 cene in hotel, 2 pranzi tipici e 1 pranzo pasquale
  • Degustazione/pranzo di oli di Brisighella con salumi, formaggi, sottoli, creme salate, mieli e confetture, biscotti e dolci tipici accompagnati dai vini DOC e IGT
  • Bevande a tavola
  • Tassa di soggiorno
  • Guida per tutte le visite in programma
  • Ingressi
  • Auricolari
  • Accompagnatore professionista da Trento
  • Assicurazione medico-bagaglio

Servizi non compresi

  • Tutto ciò non menzionato in “Servizi compresi”

Supplementi

  • Stanza singola Euro 90
  • Assicurazione annullamento in camera doppia Euro 30 a persona
  • Assicurazione annullamento in camera singola Euro 33

Condividi sui social

Galleria

Agenzia Viaggi Bolgia - Piazza Dante, 23 - 38122 Trento (TN) - Italy - Tel. +39 0461 238333 - P.IVA 00487150229
Orari agenzia: lun - ven  9.00 / 12.30 e 14.30 / 18.30 - sabato  9.00 / 12.00 dal 9 marzo al 30 settembre