PALERMO, a casa del GATTOPARDO

Periodo: dal 4/12 al 8/12
Quote a partire da 950,00 €
Durata soggiorno: 4 giorni, 5 notti
Tour operator: Viaggi Bolgia

info e prenotazione  scarica PDF

Informativa sulla privacy

Città araba, normanna e barocca, Palermo si rivela agli occhi dei visitatori curiosi come uno straordinario scrigno di arte e storia. I monumenti simbolo di questa felice sintesi di culture, popoli e religioni diverse rendono la città unica nel panorama italiano per i suoi palazzi, chiese e giardini, negli ultimi anni interessati da importanti interventi di restauro e di recupero storico architettonico che hanno migliorato il volto del centro storico. Seguiremo le tracce artistiche e architettoniche più affascinanti lasciate nel corso dei secoli dai vari conquistatori che si sono succeduti, inclusa l’escursione “fuori porta” nello splendore abbacinante del duomo di Monreale, voluto da Guglielmo II nel 1172. Un’occasione davvero esclusiva sarà la visita privata a Palazzo Gangi Valguarnera, una delle residenze nobiliari più affascinanti e celebri d’Europa, immortalata nella scena del gran ballo nel film “Il gattopardo” di Luchino Visconti.

4 dicembre: Trento - Verona/Bergamo - Monreale - Palermo

Partenza direttamente da casa Vostra con servizio di trasferimento privato. Ritrovo con il gruppo a Trento e località previste ed inizio del viaggio per Verona/Bergamo. Volo aereo per Palermo. All’arrivo, incontro con la guida e breve trasferimento a Monreale. 

Pranzo in ristorante e, a seguire, visita al Duomo, che si presenta con la facciata abbellita da un portico a trifora e da due torri fortificate. All’interno tre navate divise da colonne sormontate da capitelli di evidente origine classica, mentre le pareti delle tre absidi sono rivestite da decorazione musiva in oro, realizzata tra il XII e il XIII secolo da artisti locali e veneziani di scuola bizantina. Eccellente capolavoro dell’arte medievale, il chiostro del convento benedettino attiguo al Duomo: i capitelli delle colonne sono ornati con scene bibliche e rappresentazioni allegoriche delle stagioni e dei mesi. Proseguimento per il centro città. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5 dicembre: Il Museo, Il Mercato e Il Gattopardo

Prima colazione e partenza per l’interessante, particolare mattinata: visita del Museo Archeologico Salinas, tra i più importanti musei d’Italia, con eccezionali reperti degli antichi popoli che hanno fatto la storia siciliana: fenici, punici, greci, romani e bizantini. A chiudere la mattinata una passeggiata all’interno del quartiere Capo, l’antico Seralcadio, dall’arabo sari-al-qadi, dove si estende l’omonimo mercato del Capo formato da un quadrivio di vie. È un animatissimo e caratteristico, addirittura folkloristico, mercato alimentare: i colori, le urla (i vuci) dei venditori, l'animazione delle bancarelle, ne fanno un elemento essenziale del carattere della città di Palermo. Tempo a disposizione per il pranzo libero e, nel pomeriggio, la magnifica Chiesa dell’Immacolata: l'interno "abbaglia" per la ricchissima decorazione marmorea policroma a cui si dedicarono i famosi architetti Giacomo Amato e Gaetano Lazzara. Segue l’occasione specialissima di una visita a Palazzo Gangi Valguarnera, una delle residenze nobiliari più celebri di Palermo, immortalata nell’indimenticabile scena del gran ballo nel film “Il gattopardo” girato da Luchino Visconti nel 1963. Si termina con un the, caffè e dolcetti siciliani! Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Palermo è una città intima e segreta che nasconde molte delle sue bellezze. Passeggiando nel suo centro storico fatto di contrasti, ci si imbatte in palazzi decadenti e fatiscenti accanto ad altri bellissimi e sfarzosi. Per capire realmente ciò che da quelle splendide facciate si può solo immaginare, bisogna entrare: sarete ricevuti dai padroni di casa, i figli dei "Gattopardi" oggi aristocratici e moderni imprenditori al tempo stesso. La visita è curata personalmente dalla Principessa Carine Vanni Malvagna o dal Maestro di Casa.

Rientro in hotel, cena e pernottamento

6 dicembre: Palermo Arabo-Normanna e gli Oratori

Prima colazione e partenza per l’intera giornata di visite in autopullman e a piedi: si raggiunge la chiesa di San Giovanni degli Eremiti le cui origini risalgono al VI secolo, divenuta poi moschea e ricondotta al culto originario verso il 1136 (elegante il chiostro dalle snelle colonne che racchiudono il pozzetto centrale). A seguire il Palazzo dei Normanni, eretto durante la dominazione araba a scopo difensivo e ampliato successivamente, oggi sede dell’assemblea Regionale della Sicilia. Tra i gioielli custoditi all'interno, la Cappella Palatina, uno dei più alti esempi di integrazione tra architettura ed arte figurativa. Mosaici d'oro ricoprono quasi tutta la superficie delle pareti in un trionfo di luce dal notevole effetto scenico. 

Continuiamo a seguire le tracce della cultura Arabo-Normanna in città, visitando la Cattedrale, già moschea in epoca islamica, che dal 2015 è entrata a far parte del Patrimonio dell'Umanità (Unesco). La Chiesa è dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo alla quale non solo i palermitani, ma tutti i siciliani, sono devotissimi. Brunch con l’ottima cucina del territorio e ripresa delle visite con la Martorana, interamente ricoperta da mosaici bizantini. E poi i Quattro Canti, la Piazza Pretoria, definita dai palermitani della "vergogna" per la scabrosità delle sculture della fontana. Sosta alla chiesa di Santa Caterina, una delle più ricche e decorate di tutta la città, per ammirare l’opulenza degli stucchi, dei marmi e degli affreschi che, in perfetto stile barocco, decorano ogni centimetro quadrato dell’ambiente interno. Infine lo splendido Oratorio di S. Cita che rimarca lo schema tipo dell'oratorio come luogo di assemblea e di culto, con doppia funzione liturgica e sociale e col netto contrasto architettonico tra l'esterno, fortemente modesto, e l'interno barocco con meravigliosi stucchi sapientemente realizzati dal Maestro Giacomo Serpotta. 

Rientro in hotel, cena e pernottamento.

7 dicembre: Castelbuono e Le Madonie - Cefalù

Dopo la prima colazione partenza per il borgo di Castelbuono, situato alle pendici del Colle Milocca, nella vallata delle Madonie, ed inserito tra numerosi boschi di querce, castagno e frassino. Il centro storico conserva edifici di un antico passato che si innalzano tra le sue vie strette: il castello dei Ventimiglia e la cappella palatina di Sant’Anna, con le reliquie della madre di Maria, la chiesa Matrice Vecchia con il celebre Polittico dell’Assunzione, attribuito ad Antonello De Saliba, e la cripta rinascimentale. Visita e pausa per degustare la Manna di frassino nel laboratorio della famiglia Fiasconaro. 

Il prodotto tradizionale più importante del borgo di Castelbuono è senza alcun dubbio la rarissima manna. Derivata dalle secrezioni ottenute dall’incisione della corteccia dell’orniello e del frassino, le uniche coltivazioni riconosciute in Italia e nel mondo sono quelle della valle delle Madonie nei comuni di Castelbuono e Pollina. La manna delle Madonie rientra nell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali del Ministero delle Politiche Agricole e costituisce un importante Presidio Slow Food tenuto in vita da una manciata di coltivatori.

Si raggiunge Cefalù per il pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita della la graziosa cittadina di pescatori, rannicchiata tra il mare ed un promontorio di rocce calcaree, con il Duomo normanno di Federico II e, nel suo interno, i meravigliosi mosaici del coro dai vivaci colori e l’annesso chiostro dai capitelli figurati. Infine le collezioni della Fondazione Mandralisca che annovera il Ritratto d’ignoto di Antonello da Messina. 

Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

8 dicembre: La Kalsa - la processione dell’Immacolata - Verona/Bergamo - Trento

Prima colazione, incontro con la guida e trasferimento in uno dei quartieri simbolo della città: la Kalsa, dove troviamo Piazza Marina.

Luogo storico dove l’inquisizione scrisse una delle sue pagine più oscure con l'esecuzione capitale degli eretici. La Piazza è circondata da numerosi palazzi nobiliari dove oggi sono ospitati poli museali tra i più prestigiosi della città, come la Galleria Regionale della Sicilia all’interno di Palazzo Abatellis, edificato nel 1495 con la ricca pinacoteca che racchiude capolavori di Antonello da Messina (il Trionfo della Morte e l’Annunziata) ed il busto di Eleonora d’Aragona di Francesco Laurana. Visita e a seguire Palazzo Mirto, testimonianza dello sfarzoso ambiente settecentesco della Palermo illuminista, è una casa museo che possiede opere di elevato valore artistico e ha mantenuto inalterata la lettura degli arredi, che coprono un arco temporale che va dal '500 all' '800. 

Pranzo “alternativo” all’Osteria Ballarò, nell’ex scuderia di Palazzo Cattolica: la tradizione del “cibo di strada “con un’irresistibile degustazione di arancini, panelle, sfincioni, i celebri panini 'ca meusa'... un autentico trionfo di gola!!! 

Nel pomeriggio, alle 16.00 in punto, si assiste alla splendida Processione cittadina del simulacro argenteo dell’Immacolata che prende il via dalla basilica di San Francesco, sosta a piazza San Domenico, dove viene offerto il tradizionale omaggio floreale alla Madonna, per poi raggiungere la cattedrale. Fin dall'VIII secolo, durante la dominazione bizantina, si sviluppò a Palermo il culto per la Vergine Maria. Nel 1624 scoppiò la peste che incominciò a mietere migliaia di vittime. Il Senato palermitano cercò di porre rimedio alla ferocia del morbo con ogni mezzo, adottando anche strumenti di natura spirituale, e fece ricorso all'intercessione dell'Immacolata e di S. Rosalia, celebrando solennemente e in perpetuo la festa delle due icone religiose. L'atto di fede compiuto dal Senato indusse il cardinale dell'epoca ad emettere il voto di credere e di difendere, fino all'ultimo spirito di vita, l'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria e di digiunare alla vigilia della festa. Da allora la coloritissima Processione dell’8 dicembre non si è mai fermata. 

Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Bergamo/Verona e rientro a Trento e località di provenienza con trasferimento privato a casa Vostra.



Quota di partecipazione

  • Euro 950 - quota adulto 25 partecipanti
  • Euro 995 - quota adulto 20 partecipanti
  • Euro 1130 - quota adulto 15 partecipanti

Servizi compresi

  • Partenza Sottocasa*
  • Trasferimento A/R da Trento all’aeroporto
  • Volo Ryanair al costo attuale di Euro 200.00 incluso tasse di imbarco **
  • 1 bagaglio a mano da 10 Kg e 1 bagaglio in stiva da 20 Kg
  • Trasferimento A/R da Palermo all’aeroporto
  • Pullman a disposizione per tutte le visite in programma
  • Sistemazione in hotel 4 stelle, centrale in camera doppia con servizi
  • 4 pernottamenti con prima colazione
  • 2 cene in hotel
  • 4 pranzi
  • Guida per le visite in programma
  • Ingresso e tè/caffè/dolci a Palazzo Gangi
  • Auricolari
  • Accompagnatore professionista
  • Assicurazione medico-bagaglio

Servizi non compresi

  • Pacchetto ingressi (Monreale chiesa e chiostro; Museo Abatellis; Palazzo Normanni e Palatina; Santa Cita, Santa Caterina, Immacolata; Tombe Reali; Martorana; Castello Ventimiglia; Matrice Vecchia; Mandralisca; Museo Salinas; Palazzo Mirto; Duomo Cefalù) Euro 75
  • Tassa di soggiorno da pagarsi in loco Euro 2 a persona al giorno

Supplementi:

  • Camera Singola Euro 150
  • Assicurazione annullamento in camera doppia Euro 57 a persona
  • Assicurazione annullamento in singola Euro 64

Riduzioni

  • Rinuncia “Partenza Sottocasa” Euro 10

Partenza Sottocasa

*Passeremo a prendervi sotto casa per portarvi al punto di ritrovo con il gruppo e vi riporteremo a casa al rientro dal viaggio. Il servizio è attivo nella città di Trento e verrà effettuato su base collettiva o individuale, da richiedere all’atto della prenotazione e fino ad esaurimento posti. Il servizio è facoltativo e con supplemento nelle altre località.


** la quota di partecipazione è calcolata in base all’attuale costo del volo (agosto 2020). Al momento della vostra prenotazione sono possibili aumenti del costo volo che vengono comunicati prima di procedere alla conferma definitiva e salvo vostra approvazione.

Condividi sui social

Agenzia Viaggi Bolgia - Piazza Dante, 23 - 38122 Trento (TN) - Italy - Tel. +39 0461 238333 - P.IVA 00487150229
Orari agenzia dal 18 maggio 2020: lun - ven  9.00/12.30 - pomeriggio e sabato su appuntamento