GRECCIO e RIETI: le Cascate delle Marmore, i Borghi della VALLE SANTA e AMATRICE, per un momento solidale

Periodo: dal 5/12 al 8/12
Quote a partire da 465,00 €
Durata soggiorno: 4 giorni, 3 notti
Tour operator: Viaggi Bolgia

info e prenotazione  scarica PDF

Informativa sulla privacy

Rieti è l'antica "Reate" dei Romani, una delle più importanti città della Sabina. Il territorio, oltre al suo aspetto ambientale ed architettonico, è ricco di castelli, antiche chiese, santuari, borghi monastici. Questa parte del Lazio, rappresenta un angolo dell'Italia ancora incontaminato e sicuramente tutto da scoprire. Lontano dagli itinerari di massa e aperto ad un turismo più attento e consapevole che ama l'arte, la natura, il piacevole contatto umano ed il rispetto delle antiche tradizioni.

5 dicembre: Trento - Cascate delle Marmore e Rieti

Partenza direttamente da casa Vostra con servizio di trasferimento privato. Ritrovo con il gruppo a Trento e località previste ed inizio del viaggio per Rieti. Pranzo libero e, prima dell’arrivo a Rieti, sosta alle Cascate delle Marmore, tra le più alte d'Europa, inserita in un grande parco naturale dove si ammira l’imponenza delle acque del fiume Velino che precipitano con un salto di 165 metri in quelle del Nera. La grandiosità dello scenario della cascata forma uno spettacolo eccezionale. Proseguimento per Rieti e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

6 dicembre: La Valle Sacra con Greccio, Fonte Colombo e l’Abbazia di Farfa

Dopo la prima colazione partenza per Greccio incluso dall'Unesco tra i siti che fanno parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Visita del santuario della Natività, dove il Poverello di Assisi nella notte di Natale del 1223 realizzò il primo presepe vivente della storia riproponendo la natività di Betlemme. Quindi il convento e la Sacra Grotta. Tempo libero per la galleria dei presepi e la passeggiata tra i banchi del mercatino di Natale di Greccio. Sguardo panoramico sulla sottostante Valle Santa, una delle più interessanti d'Europa per la sua particolare architettura del paesaggio e proseguimento per il santuario di Fonte Colombo, meglio conosciuto come “Sinai Francescano” dove il Santo scrisse la regola definitiva dell'Ordine Francescano. Dopo la visita, pranzo in hotel. Nel pomeriggio escursione all’imperiale abbazia benedettina di Farfa, centro monastico e faro culturale del Medioevo europeo. Potentissima durante il periodo carolingio, venne visitata da Carlo Magno che vi sostò alcune settimane prima di essere incoronato a Roma.

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del monte Acuziano, sorge la storica abbazia di Farfa, immersa nel fascino di una natura verdeggiante. Fu dichiarata monumento nazionale nel 1928, per la bellezza architettonica ed artistica del monastero e della basilica, testimonianza di una storia più che millenaria. L'Abbazia è uno dei monumenti più insigni del Medio Evo europeo.

Visita e passeggiata per il borgo alla scoperta delle botteghe artigiane specializzate nella lavorazione dei tessuti al telaio. Ritorno a Rieti. Cena e pernottamento.

7 dicembre: Rieti Sotterranea - Narni

Dopo la prima colazione, visita della Rieti Sotterranea che custodisce i resti del viadotto romano fatto costruire per evitare l’impaludamento della via Salaria, l’antica via del sale. Questo poderoso manufatto permetteva alla strada consolare di entrare in città, assumendo così un ruolo d’estrema importanza per la Reate romana che necessitava di un diretto collegamento con L’Urbe. La struttura rintracciabile nei sotterranei di alcune nobili dimore è formata da grandiosi fornici di calcare a sostegno del piano stradale. Proseguimento della visita nei saloni del piano nobile di palazzo Vecchiarelli, uno scenografico edificio disegnato dall'architetto Carlo Maderno, e nel centro storico con il teatro Flavio Vespasiano, la Cattedrale di Santa Maria, eretta nel 1109, la cripta e il palazzo papale; la pregevole Torre campanaria (1252) con il portale romanico, piazza San Rufo, considerata l'ombelico d'Italia, e la Chiesa di San Rufo dall'interno fastoso. Pranzo in hotel.
Nel pomeriggio breve trasferimento a Narni e visita guidata della città, tra le più antiche dell’Umbria, situata sulla sommità di un colle che domina la pianura di Terni. Narni offre un tessuto edilizio medievale particolarmente suggestivo e ben conservato con diversi monumenti quali il Duomo romanico di S. Giovenale, la Loggia dei Priori e il grandioso Palazzo del Podestà.
Facoltativa la visita a Narni Sotterranea con un’importante varietà di ambienti ipogei: i sotterranei dell’antico convento domenicano di Santa Maria Maggiore, un tempo cattedrale, una chiesa rupestre del XII secolo con bellissimi affreschi, una cisterna romana perfettamente conservata e le segrete dell’Inquisizione, con il tribunale chiamato Stanza dei Tormenti nei documenti ritrovati negli Archivi Vaticani. Nb: Narni Sotterranea non è una visita convenzionale, va prenotata per tempo, ha numero chiuso ed è adatta a tutti grazie alle numerose aperture verso l’esterno lungo tutto il percorso. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

8 dicembre: Rieti - Amatrice - Trento

Prima colazione e partenza per Amatrice dove porteremo la nostra solidarietà ma anche un aiuto concreto: se un luogo è colpito da un evento tragico ha bisogno di vicinanza e turismo responsabile per rifiorire. Potremo acquistare i prodotti tipici da regalare a Natale perché Amatrice vuole far rivivere le tradizioni locali, prima tra tutte quella gastronomica, il suo ricco patrimonio naturalistico (Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, dichiarato “Monumento Europeo alla Biodiversità”) e quello che resta del patrimonio storico-culturale.

Visitare questi luoghi significa fare un’esperienza unica ed irripetibile, che permette di vivere a contatto con le persone, la natura e di “nutrire” l’anima e il corpo. Amatrice, oltre ad avere perso il più grande dono che sono le vite umane, ha perso anche un grande patrimonio artistico. Questa uscita, anche se nel suo piccolo, vuole essere un aiuto sia per le aziende che per la storia di questi luoghi.

Conoscere Amatrice significa anche poter gustare il celebre piatto famoso in tutto il mondo, l’Amatriciana qui ancora preparata secondo la ricetta tradizionale, che sarà alla base del nostro pranzo prezzo il famosissimo ristorante Roma.

A seguito del terremoto che ha devastato la città di Amatrice nel 2016 si è reso indispensabile l’intervento per la creazione di un luogo di ritrovo temporaneo, in cui le attività di ristorazione distrutte dal sisma potessero ritrovare uno spazio dedicato. La nuova piazza del Gusto, della Tradizione e della Solidarietà di Amatrice è stata realizzata su progetto di Stefano Boeri Architetti grazie ai fondi raccolti da Corriere della Sera e TgLa7. Concettualmente si basa su un modello di piazza polifunzionale, capace di diventare un luogo di ritrovo e di scambio sociale, in cui gli abitanti possono usufruire di diversi servizi. La nuova piazza, che ospita una mensa scolastica e otto ristoranti, occupa una superficie di 9.000 mq. Diverse sono le peculiarità del progetto ma il suo autentico valore è dato dal suo lato solidale e da ciò che questo spazio rappresenta per tutti gli amatriciani: la possibilità di ricominciare.

Al termine, rientro a Trento e località di partenza con arrivo in serata con trasferimento privato a casa Vostra.


Quota di partecipazione

  • Euro 465 quota adulto base 30 partecipanti
  • Euro 390 - quota bambino 0-12 anni non compiuti

Servizi compresi

Servizi non compresi

  • Pacchetto ingressi (Marmore; Rieti sotterranea e Palazzo Vecchiarelli, Farfa) Euro 30
  • Ingresso facoltativo a Narni sotterranea Euro 7

Supplementi

Riduzioni

  • Rinuncia “Partenza Sottocasa” Euro 10

Note

  • Per iscriversi a questo viaggio è necessario essere munirti di Green Pass.

Condividi sui social

Galleria

Agenzia Viaggi Bolgia - Piazza Dante, 23 - 38122 Trento (TN) - Italy - Tel. +39 0461 238333 - P.IVA 00487150229
Orari agenzia da aprile 2021: lun - ven  9.00/12.30 - 15.00/18.00