ABRUZZO e la Costa dei Trabocchi

Periodo: dal 9/09 al 12/09
Quote a partire da 530,00 €
Durata soggiorno: 4 giorni, 3 notti
Tour operator: Viaggi Bolgia

info e prenotazione  scarica PDF

Informativa sulla privacy

Al di fuori delle più scontate mete turistiche, l’Abruzzo offre una straordinaria varietà di borghi, monumenti, musei e panorami da scoprire e gustare con tempi e modi di insospettata tranquillità. Una natura ruvida e a tratti selvaggia, unita a una storia antica e alla ricchezza della sua cultura rendono l’itinerario particolarmente affascinante. Nel tour si visitano Sulmona, la città dell’amore, l’Aquila restituita al mondo, Capestrano e il suo Santo Guerriero, San Clemente di Casauria, Atri e Bominaco, la Cappella Sistina d’Abruzzo. Gran finale lungo la magica Costa dei Trabocchi.

9 settembre: Trento - Atri - Sulmona

Partenza da ** sotto casa e proseguimento in autopullman da Trento e le località previste per la direttrice adriatica che porta in Abruzzo. Pranzo libero lungo il percorso e, nel pomeriggio, arrivo ad Atri, l’antica Hatria Picena, patria d’origine dell’Imperatore Adriano, tra le più importanti città rinascimentali abruzzesi. Ricchissima di opere d’arte quali la Cattedrale dell’Assunta (che conserva il ciclo pittorico rinascimentale più bello della regione), il chiostro benedettino del XIII secolo, Palazzo Acquaviva, il Teatro Comunale, la chiesa degli Agostiniani e uno splendido belvedere dove lo sguardo spazia dal mare alle vette del Gran Sasso. Tempo a disposizione per un momento di dolcezza con l’assaggio del Pan Ducale, dolce tipico atriano. Proseguimento per Sulmona. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

L’ottimo hotel, in posizione panoramica, è specializzato nella cucina locale. Avremo l’opportunità di assaggiare piatti tipici quali le pappardelle alla Morronese, le chitarrine, sagne e fagioli, agnello alle erbe in crosta di pane, dolci a base di mandorle e ferratelle.

10 settembre: Bominaco, la Cappella Sistina d’Abruzzo - l’Aquila

Prima colazione e partenza con la guida per Bominaco, splendido luogo, dove si visitano la chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta, esempio di architettura romanica abruzzese, con importanti affreschi e una notevole decorazione lapidea, e l'oratorio di San Pellegrino che mostra al suo interno affreschi di scuola abruzzese del XIII secolo, fra i più vasti ed integri complessi pittorici dell'epoca, che rappresentano episodi di storia sacra e un rarissimo calendario monastico e che le conferiscono il nome di “cappella Sistina d’Abruzzo”. Proseguimento per l’Aquila, che oggi si presenta al visitatore ancora ferita dal devastante sisma del 6 aprile 2009, ma il cui centro storico, uno dei sei più importanti d’Italia per la bellezza del patrimonio architettonico, è tornato in gran parte a risplendere con la magnificenza e le nobili sembianze del passato. Arrivo e tempo a disposizione per il pranzo libero. L’itinerario pomeridiano permette di visitare i più importanti monumenti restituiti dopo gli accurati restauri: la Fontana della Rivera detta delle 99 Cannelle, la Basilica di Collemaggio, la Basilica di San Bernardino, la chiesa di San Giuseppe dei Minimi, Piazza Duomo, la Chiesa del Suffragio e i palazzi delle nobili famiglie aquilane tornati all’antico splendore lungo il corso principale della città. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

11 settembre: Capestrano e la Valle del Tirino - San Clemente in Casauria - Sulmona

Prima colazione e, con la guida, partenza per San Clemente in Casauria, complesso abbaziale eretto dai benedettini nel XII secolo, capolavoro del romanico con influssi gotico-cistercensi, che rappresenta uno dei maggiori esempi di architettura religiosa medievale del centro-sud d'Italia. L'abbazia è ritenuta un vero e proprio museo: l'ambone di Clemente, il candelabro, l'urna, lo splendido altare, il celebre "portico di Leonate" e lo stupendo portale centrale.

D’Annunzio descrive San Clemente nel suo poema Trionfo della Morte “Voglio condurti a un’abbazia abbandonata, più solitaria del nostro Eremo, piena di memorie antichissime: dov'è un gran candelabro di marmo bianco, un fiore d'arte meraviglioso, creato da un artefice senza nome ... Dritta su quel candelabro, in silenzio, tu illuminerai col tuo volto le meditazioni della mia anima”.

Proseguimento alla scoperta della valle del Tirino fino al borgo mediceo di Capestrano, famoso per il ritrovamento del “Guerriero di Capestrano”, una statua rinvenuta casualmente nel 1934 da un contadino locale durante dei lavori agricoli. Il guerriero risale alla metà del VI sec. a.C. ed è oggi simbolo del Parco Nazionale del Gran Sasso ed emblema dell’Abruzzo nel mondo. Proseguendo lungo un suggestivo tratto del fiume Tirino, tra i corsi d’acqua più puliti d’Italia, si incontra la Chiesa di San Pietro ad Oratorium, splendore dell’architettura medievale, fondata nel 756 dal Re Desiderio dei Longobardi. Al suo interno si conserva un maestoso ciborio del 1200 ed un affresco raffigurante Cristo con i 24 Evangelisti. Sulla facciata principale è scolpito il famoso “quadrato magico”, simbolo misterioso. Nel centro storico di Capestrano il Castello Piccolomini, il Convento di San Giovanni, con una delle biblioteche più antiche d’Italia, e la casa natale di San Giovanni, il Santo Guerriero. Per concludere l’emozionante mattinata un eccellente pranzo a base di gamberi di fiume, allevati nelle acque limpide del fiume Tirino, in un noto ristorante del luogo. Rientro a Sulmona, città di origini antichissime, ricca di testimonianze artistiche, che diede i natali al poeta Ovidio e conserva monumenti di eccezionale bellezza: il Complesso dell’Annunziata, la Cattedrale di San Panfilo, Santa Maria della Tomba, Palazzo Tabassi e l’acquedotto medievale con ventuno arcate. Al termine, visita di un confettificio, il prodotto per il quale Sulmona è famosa nel mondo.

Una delle glorie della storica città peligna, insieme ad Ovidio, sono i confetti di Sulmona. Gustati dall’ imperatore Tiberio, elogiati da Boccaccio, regalati a Goethe, i confetti di Sulmona da sempre vengono utilizzati per scandire le tappe più importanti della vita di un individuo, come simbolo di augurio e buon auspicio.

Cena e pernottamento in hotel.

12 settembre: Sulmona - la Costa dei Trabocchi - Trento

Prima colazione e partenza per la mattinata che trascorre lungo la Costa dei Trabocchi, quel tratto tra i più affascinanti dell’intero litorale dell’Adriatico.

La Costa dei Trabocchi è un luogo magico che offre vari spunti fotografici: dalle spiagge di sabbia alle calette rocciose, dai borghi graziosi alle abbazie medievali, senza trascurare lo splendido panorama dei trabocchi, insoliti giganti che emergono dalle acque. Queste bizzarre costruzioni sono delle macchine da pesca su palafitte che, secondo alcune testimonianze, andrebbero accreditate ai Fenici: la loro presenza rende decisamente molto più suggestivo un paesaggio già di suo fantastico. Molti sono stati restaurati e riportati alla loro bellezza originaria ma e impossibile descriverli tutti: ciascuno di loro ha una storia lunga millenni da raccontare e, solo ammirandone la maestosità, è possibile capirne appieno la bellezza.

Varie le soste panoramiche fino al Belvedere Dannunziano, un promontorio mozzafiato a picco sul mare, da dove D’Annunzio concepì uno dei suoi capolavori letterari, Il Trionfo della Morte. Giunti a Fossacesia visita della splendida Abbazia di San Giovanni in Venere, posta su un promontorio che domina tutta la valle come un gran balcone vista mare. Risalente al XIII secolo è un’opera grandiosa, costruita su di un tempio romano, che comprende monastero, convento e basilica e che si fonde perfettamente con lo scenario circostante.

Al termine pranzo di pesce in un trabocco! Quindi partenza per il rientro a Trento e località di partenza.



Quota di partecipazione

  • Euro 530 - quota adulto base 30 partecipanti
  • Euro 470 - quota bambino 0 - 12 anni non compiuti

Servizi compresi

  • Partenza Sottocasa*
  • Viaggio in autopullman GT
  • Sistemazione in hotel 4 stelle, camera doppie con servizi
  • 3 pernottamenti con prima colazione
  • 3 cene in hotel bevande incluse
  • 1 pranzo tipico e 1 pranzo di pesce (o di carne con prenotazione anticipata)
  • Degustazione/pranzo di formaggi e prodotti tipici
  • Visita e degustazione in confetteria
  • Guida per le visite in programma
  • Auricolari
  • Accompagnatore professionista
  • Assicurazione medico-bagaglio

Servizi non compresi

  • Offerta per la visita delle Chiese Euro 5

Supplementi

  • Camera singola Euro 75
  • Assicurazione annullamento in camera doppia Euro 37 a persona
  • Assicurazione annullamento in camera singola Euro 40
  • Supplemento per gruppo base 25 persone Euro 40
  • Supplemento per gruppo base 20 persone Euro 90

Riduzioni

  • Rinuncia al servizio “Partenza Sottocasa” riduzione di Euro 10 a persona

Partenza Sottocasa

*Passeremo a prendervi sotto casa per portarvi al punto di ritrovo con il gruppo e vi riporteremo a casa al rientro dal viaggio. Il servizio è attivo nella città di Trento e verrà effettuato su base collettiva o individuale, da richiedere all’atto della prenotazione e fino ad esaurimento posti. Il servizio è facoltativo e con supplemento nelle altre località.

Condividi sui social

Agenzia Viaggi Bolgia - Piazza Dante, 23 - 38122 Trento (TN) - Italy - Tel. +39 0461 238333 - P.IVA 00487150229
Orari agenzia da aprile 2021: lun - ven  9.00/12.30 - 15.00/18.00 - sabato su appuntamento